Fistola o altro?

Consulto

Domanda

Salve... Sono Vincenzo, 23 anni, 82 Kg, alto 1,70m. - Sono stato operato di fistola sacro coccigea nel Marzo 2015. - La ferita si è chiusa completamente nel Luglio 2015. - Dopo una settimana notiamo la presenza di un forellino 1mm di diametro e 3mm di profondità. - Il chirurgo preoccupato per una recidiva, incide la ferita in profondità, fin quasi l'intervento chirurgico, e si accorge che non vi è recidiva ma molto probabilmente la carne non si è ben cicatrizzata. - La ferita si è chiusa completamente ad inizio Ottobre 2015 - Dopo un mese e mezzo notiamo la presenza di un forellino 1mm di diametro e 3mm di profondità. - Il chirurgo effettua una serie di metodiche per accertarsi che non si tratti di recidiva e conferma che non si tratta di recidiva, mi allarga leggermente il forellino, pulisce e mi riferisce che trattasi di problema di pelle. - La ferita si è chiusa completamente dopo 5 giorni da questo terzo intervento... Per 30 giorni la ferita è rimasta chiusa e stamane ho riscoperto nuovamente un forellino di 1mm di diametro e 3mm di profondità. Nei limiti della mancanza di una vostra visita chirurgica personale, avete mai avuto casi simili? Per quale motivo si andrebbero a formare questi forellini? Cosa mi consigliate di applicarci?

Risposta del Medico

Se non si esprime in profondità possono essere piccole lacerazioni della ferita. Disinfettare quando in fase acuta e impiegare qualche crema elasticizzante a ferita chiusa. A ferita chiusa lavare bene. Sempre meglio per un certo periodo tenere qualcosa che impedisca il contatto tra le natiche per evitare macerazione della cute. Per eventuale controllo può prenotare presso il.numero verde. Cordiali saluti. Roberto Rea